24 Maggio 2016

IL CANTUCCIO DEGLI STRANIERI

Internet, si sa, è un passaparola e non fosse stato per Eva, questa notizia mi sarebbe sfuggita.
Accade che l’Università di Bologna studia il modo in cui gli stranieri vengono inseriti nelle classi italiane e scopre cose interessanti. Un po’ ovvie, per chi la scuola la vive, ma interessanti.
Primo. I bambini stranieri vengono inseriti nelle classi con genitori meno acculturati e meno abbienti. Svelato il mistero che porta alcune scuole a percentuali oltre il 50% di bambini stranieri. Coraggio e cultura potrebbero servire a riequilibrare la situazione, soprattutto dove i dirigenti hanno l’opportunità di gestire più scuole. In fondo lo studio parla proprio di loro.
Secondo. La presenza di bambini stranieri riduce il rendimento scolastico nel breve periodo.
Terzo. Al termine della classe quinta, i docenti riescono a riequilibrare il gap di partenza. Beh, un piccolo riconoscimento alla categoria.

Fonti:
Lo studio
La notizia sui giornali


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *