• Ivan Sciapeconi

    Benvenuti nel mio sito personale. Se muovi il mouse, alla tua destra apparirà una freccia rossa: usala.

    Chi l'ha detto che il destino del Web sia di andare dall'alto verso il basso?

About

Cosa ci faccio qui?

Non lo so.

Questo sito è il biglietto da visita di un insegnante di scuola primaria che fa un po’ di tutto. Più o meno come tutti gli insegnanti di scuola primaria.

Mi diverto con: narrativa, libri di testo, parascolastica, nuove tecnologie, formazione.

Qui di lato ho organizzato una specie di indice. Nelle pagine successive, trovate un blog, qualche sciocchezza e il modulo per i contatti.

Buona navigazione.

Su cosa lavoro

Typewriter What is Your Story

Ho pubblicato un po’ di cose per bambini e per adulti. Case editrici: Raffaello, Boopen, Lampidistampa, Simple.

Qui, tutte le pubblicazioni.

libri_di_testo

Scrivo sussidiari per la scuola primaria. Quando lo dico ai non addetti ai lavori, mi guardano come un marziano. Però è divertente. Ambito antropologico.

Qui, tutte le pubblicazioni.

para

Dicesi parascolastica, l’insieme delle pubblicazioni che affiancano e completano il libro di testo. Un po’ meno complicato dei libri di testo, un po’ meno divertente.

Qui, tutte le pubblicazioni.

big_tecnologia

Mi occupo da sempre di tecnologie applicate alla didattica. Ho realizzato software e li ho sperimentati. Poi sono stati pubblicati dalla casa editrice Erickson.

Qui, tutte le pubblicazioni.

formazione

Formo gli insegnanti su apprendimento cooperativo, uso di tecnologie didattiche, percorsi sulle competenze, valutazione e altro.

Mi trovo a confrontarmi con i docenti di (quasi) tutta Italia e questo è molto interessante.

A Hindu holy man smears his body with ash and vermillion powder at the courtyard of the Pashupatinath Temple in Katmandu, Nepal, Wednesday, Feb. 15, 2012. Hindu holy men from Nepal and India have started arriving at the temple ahead of the Shivaratri festival dedicated to the worship of Lord Shiva which falls on Feb. 20. (AP Photo/ Niranjan Shrestha)

Lo metto per ultimo, ma solo perché c’è sempre chi inizia dal fondo. E lo accompagno con un cuore grande.

L’insegnamento, anche nel mondo delle tecnologie e dell’analisi sistematica dei risultati, è l’arte degli sciamani. Detta così può sembrare strano ma, se ti incuriosisce, puoi approfondire l’argomento QUI.

blog

Pubblicazioni

Ovvero: sussidiari, narrativa, parascolastica, kit multimediali.

Tantissimi lavori (soprattutto le pubblicazioni Erickson, tutta la parascolastica e un paio di sussidiari) sono stati realizzati con Eva Pigliapoco.

Vi invito a visitare il sito.

C’è da dire che Eva ha molti impegni e qualche volta me la sono dovuta cavare da solo…

Zezè e Cocoricò

bookb108

Cosa succede quando uno scimpanzè si innamora perdutamente di una colombina? Costruisce missili, diventa marinaio, si affida ai maghi. E poi…

Il mio primo libro di narrativa per bambini, anno 1998. Credo sia ormai fuori commercio, ma ho ancora una valigia per l’animazione. Ogni tanto Zezè

Emilio Furioso

IMG_6225

Emilio Furioso è stato un esperimento molto divertente. Il libro è stato pubblicato on demand e i ricavi sono andati a finanziare il comitato genitori della mia scuola (Cittadella, a Modena)

Ottaviano Augusto

ottaviano-augusto-il-primo-imperatore-romano-ivan-sciapeconi-i-grandi-della-storia-395-500x500

Ottaviano Augusto, il primo Imperatore romano è una biografia molto rigorosa dal punto di vista storico e accattivante sotto il profilo narrativo. Almeno questo è quello che mi hanno riferito i piccoli lettori

cop

Antoine fece molte domande sulla regina Sibilla. Voleva saperne di più.”Sono favole” aveva detto il prete. “Favole per pastori e ragazze di paese. Un uomo come lei non dovrebbe sprecare tempo su questo genere di storie”.

“Il tempo della Sibilla” contiene due racconti, uno dei quali è stato rappresentato come monologo teatrale in occasione del Festival Terra dei Teatri. Non lontano dai Monti Sibillini, appunto.

Sussidiari e parascolastica

Mix, classe quarta e quinta, ambito antropologico. E’ stato il primo sussidiario a introdurre un percorso strutturato per l’acquisizione del metodo di studio a partire dalla primaria.

Una scelta apprezzata dagli insegnanti: è stato il sussidiario più adottato in Italia nell’anno della prima pubblicazione.

Anche in questo sussidiario ho curato le discipline dell’ambito antropologico. Un testo nato da un progetto di continuità dalla prima alla quinta.

Tandem è stato il primo sussidiario per la scuola primaria con attività in apprendimento cooperativo. Un esperimento praticamente unico: portare all’interno di uno strumento didattico diffusissimo una pratica costruttivista…

Materiali per strutturare verifiche su tre diversi livelli (base, facilitato, semplificato). Ogni volume contiene anche compiti di realtà per l’accertamento di competenze interdisciplinari.

A parte la classe prima, per la quale è stato pubblicato un solo volume comprensivo di ambito storico-linguistico e matematico-scientifico, per tutte le altre classi i volumi sono due.

Gulliver è stato il secondo sussidiario (classi quarte e quinte) basato sull’apprendimento cooperativo. Evidentemente, il primo non deve essere dispiaciuto…

Anche in questo caso, ho realizzato l’ambito antropologico, mentre Eva Pigliapoco ha curato quello matematico-scientifico.

Insegnare.LIM è stato un progetto al limite dell’enciclopedico: 15 volumi di attività didattiche con applicazioni software per la LIM.

Mi sono occupato delle attività dell’ambito linguistico e antropologico (cartaceo e digitale), mentre per l’ambito matematico ho curato solo il digitale.

Tecnologie didattiche

Percorsi di scrittura con la LIM 1

imgres-1

Percorsi di scrittura con la LIM è il risultato di cinque anni di esperimenti. Insieme a Eva Pigliapoco ho ideato e realizzato (a livello artigianale) un pacchetto di software da utilizzare con la LIM. Obiettivo: affinare la capacità di scrittura e di riflessione sulla lingua scritta.

Le soluzioni didattiche a cui questi software fanno riferimento sono ormai validate da più di dieci anni di esperienza. Funziona, e questo è quanto posso dire in poche righe.

Percorsi di scrittura con la LIM 2

cop

Percorsi di scrittura con la LIM 2 contiene i software per affinare le competenze di scrittura ed è destinato alle classi terze, quarte e quinte della scuola primaria

Percorsi di lettura con la LIM

9788859000952g_1

La diretta conseguenza del successo dei volumi sulla scrittura: un serie di software per potenziare l’abilità della lettura.

Altro

Insegnare domani.

IMG_6219

“Insegnare domani. Prova orale. Progettare e condurre una lezione” è stato il manuale Erickson per il concorso docenti del 2013.

Insegnare domani. Sostegno

IMG_6218

“Insegnare domani. Prova orale. Sostegno” è stato il manuale Erickson per il concorso docenti del 2016.

La scuola si aggiorna

Schermata 2016-06-30 alle 19.09.04

La scuola si aggiorna è un allegato sulle indicazioni ministeriali del primo ciclo di istruzione del 2012.

Il mio lavoro

15

Per quanto ti possa sembrare strano, per mestiere vivo in un campo indiano. E mai una volta, una che mi sia venuta la voglia di abbandonare il mio tepee.

images (1)A prima vista,insegnare può sembrare l’attività comune a tutta la tribù dei docenti.
In realtà, solo pochi spiriti liberi conoscono i segreti reconditi di questa antica arte: gli sciamani.
Lo sciamano è spesso salutato a distanza dagli altri membri della tribù. Su di loro vengono raccontate terribili storie di sortilegi e incantesimi. Alcuni docenti, per poter diminuire l’influenza degli sciamani sul gruppo, tendono a screditarne la figura e a diminuirne i meriti. Cosa c’è di più opinabile di una danza della pioggia?

420pxDai bambini dipende la sopravvivenza delle tribù dei Docenti. I bambini si spostano in gruppo, lungo le grandi pianure e spesso travolgono tutto quello che incontrano. Per questo i docenti li attendo in punti strategici e sferrano l’attacco solo quando la caccia è favorita dal vento.

Vengono catturati, però, solo i bambini necessari alla sopravvivenza della tribù, gli altri sono lasciati al loro ambiente, per non alterare gli equilibri naturali.

I bambini, inconsapevoli, continuano a migrare da un punto all’altro della grande pianura, spesso dimostrando grande divertimento. Raramente si avvicinano ad un docente, a meno che non si tratti di uno sciamano.

segnali-di-fumoIl docente motivato è lo sciamano della tribù. Normalmente, al suo passaggio, i bambini alzano le braccia al cielo e ne invocano il nome. Sembra che l’usanza della ola sia stata importata stadi moderni da genitori appassionati di calcio e piacevolmente sorpresi dal trasporto dei figli.

Lo sciamano cura l’anima dei bambini con riti che si perdono nella notte dei tempi. I suoi strumenti sono pochi, ma particolarmente efficaci: fazzoletti di carta magici per curare il pianto, parole per infondere fiducia, sguardi intensi per ammonire di fronte ad un pericolo.

Gli sciamani sono esclusi dalle più importanti cariche della tribù, perché il contatto con il mondo magico continua a far paura. Ma non si è mai visto uno sciamano depresso.

11-ISOLE-05_gall-528Vive ai margini del villaggio e si ciba di bacche e radici. La tribù dei Docenti Precari non partecipa agli assalti alle diligenze. Durante le riunioni nella grande tenda i Precari non prendono mai la parola. Non vanno confusi, però, con i Collaboratori del Dirigente. A differenza di questi ultimi, infatti, il loro silenzio è carico di timore.

Blackfoot-TepeeE’ il luogo in cui si riuniscono le tribù, dopo la caccia. Tra i docenti sembra regnare la pace, si sorseggiano bevande corroboranti, si parla e si fuma. Ciascuna tribù si dispone in cerchio e i guerrieri assumono posizioni rituali.

Ma la calma è solo apparente.
Ogni tribù è segretamente in lotta con le altre e si tengono segrete, con comunicazioni rigorosamente in codice, informazioni e strategie di guerra. Lo scontro avviene per lo più a livello verbale ed ha per scopo l’annientamento del prestigio sociale degli avversari. Grande influenza ha, in cortile, il Collaboratore del Dirigente. Se quest’ultimo è un Docente Lingua Biforcuta, le tribù convergono con azioni drammaticamente distruttive, spesso ai danni deglisciamani.

catlin8I membri delle tribù dei docenti hanno tutti lo stesso peso sociale. Il valore dimostrato in battaglia non viene tenuto in considerazione e gli atti di coraggio non danno diritto ad alcun riconoscimento.

Come nei gruppi etnici meno evoluti, anche tra i docenti, però, esiste una differenziazione di natura formale.
Ai membri più anziani, a quelli che hanno allevato molti figli e agli sfortunati con gravissimi problemi tra i parenti più stretti, vengono riconosciuti dei punti in graduatoria.

I docenti sfoggiano la propria graduatoria sotto forma di copricapo ornamentale fatto di penne e piume. Per un piccolo segno di distinzione i membri della tribù sono ben disposti a sopportare lo scomodo ornamento.

Vivo32132no nelle grandi case di pietra, oltre la linea dell’orizzonte. I più coraggiosi tra i docenti li hanno avvicinati e hanno scoperto che sui genitori circolando solo brutte leggende.

La tribù, però, continua a vedere nei Genitori Visi Pallidi un serio pericolo: vendono acqua di fuoco e occupano le grandi praterie. Sono i genitori a impedire la corsa delle grandi mandrie di bufali e spesso sparano sul villaggio a scopo intimidatorio.

11357383b46C’è stato un tempo in cui solo alcuni guerrieri erano in grado di assicurare cibo e benessere a tutta la tribù.

Essi erano tenuti in grande considerazione e ricevevano nomi importanti: esperto nelle relazioni, psicologo per bambini, innovatore del modo di far apprendere.

I giorni delle grandi pianure, però, sono finiti e nelle riserve il benessere è assicurato dalle derrate alimentari delle giacche blu. Liberi dalle preoccupazioni della sussistenza, i Docenti si sono dati alla politica: ogni anno eleggono e pagano funzionari per raggiungere obiettivi che solo il Collaboratore del Dirigente conosce.

Per questo motivo, gli eletti vengono chiamati Funzione Strumentale. Prendendo esempio dalla politica vera, rimangono al loro posto per anni, fino alle estreme conseguenze.

indiParticolare tribù di docenti che vive isolata per gran parte dell’anno. Si riunisce in primavera per celebrare un culto ancestrale: vengono presi in esame esponenti di tribù vicine (in particolare i docenti in anno di prova) e si finge di valutare le loro capacità.

Gli esperti ignorano il motivo di queste usanze. Secondo le ipotesi maggiormente accreditate si tratterebbe di un modo per rinsaldare i legami di sangue.

imagesGrande assemblea della tribù dei docenti. Un tempo, nel Collegio, venivano prese importanti decisioni spesso accompagnate da lunghe discussioni e profonde meditazioni .

Oggi, anche a causa delle mutate condizioni di vita nelle riserve, le riunioni vengono indette soprattutto a vantaggio dei numerosi turisti. Questi, soddisfatti dalle danze rituali e dal rito circolare del calumet, comprano spesso cartoline e scattano foto ricordo.
Alcuni guerrieri, ma soprattutto gli sciamani, si sono talvolta ribellati ad una trasformazione che ritenevano poco dignitosa. Il destino dei ribelli è stato però segnato dagli effetti dell’acqua di fuoco o scelte simili, comunque autodistruttive.

guerrieriGli uomini sono spesso chiamatiPenna Bianca, mentre per le donne si preferisce il titolo di Madre Superiora. Sono esponenti di spicco della tribù dei docenti e, per questo, acquistano il diritto a sedere a fianco del Dirigente durante le riunioni. Fumano con lui il calumet sulle decisioni più importanti.

Esercitano il potere nel silenzio del Tepee e lasciano che sia il Dirigente a portare i segni del comando. Un buon collaboratore assicura pace e prosperità a tutta la tribù. Un collaboratore con lingua biforcuta provoca guerre e distruzioni. Un collaboratore stupido porta la tribù all’estinzione.

G_a_custerSono lontani i tempi in cui il Grande Capo di tutte le tribù veniva scelto tra i guerrieri più valorosi. Il Dirigente ha studiato a West Point e conosce a perfezione le recenti teorie sull’organizzazione militare. Si sposta da un insediamento all’altro ed ha l’opportunità, nel caso qualcosa non abbia funzionato, di cancellare tute le tracce. I frequenti spostamenti del Dirigente forniscono ancora più potere al Collaboratore del Dirigente che, in silenzio, condiziona la vita di tutta la tribù.
Proprio perché esterno, l’ho lasciato per ultimo…

Indians

Contatti

Scrivete, in genere rispondo
e anche in tempi brevi.





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Schermata 2016-06-20 alle 11.32.53

Pensa a Modena. Prendi una scuola primaria a ridosso del centro. Mettici dentro il meticciato bello e rumoroso che ti fa guardare lontano. Questo è il posto in cui lavoro.

Si chiama scuola Cittadella.

Scuola Cittadella di Modena